martedì 1 luglio 2014

Il mio Kriminal ritorna in edicola. Luglio 2014




Realmente di mio c'è solo la copertina.
Contiene la storia “Omicidio al Riformatorio” tutta a colori! Della mitica coppia MAGNUS & BUNKER, per il 50° anniversario una edizione cartonata de luxe da collezionare.
Personalmente non sono dell'idea di colorare opere nate per il Black & White, soprattutto se ai pennelli c'era un mago del bianco & nero come il grande Magnus. 
Inutile dirvi che sono sempre fiero che si usi una mia copertina per un personaggio storico come KRIMINAL.
                                                                            ... to be continued...

7 commenti:

  1. E scusa se lo dico Pino, albo con un prezzo da rapina, in linea col personaggio: 9,90 euro e pure in formato pocket !

    RispondiElimina
  2. Scusami SAM, ma io non sono l'editore...Essendo una copertina già "fatta", tranne la gloria non ci ricavo nulla... Spero che la stima per la mia "arte" non cambi...

    RispondiElimina
  3. Oh ma io non ce l'ho con te Pino, criticavo l'edizione, e purtroppo so fin troppo bene che in Italia i disegnatori sono trattati a cottimo, e una volta che il lavoro è consegnato, non hanno diritto su di esso .
    Penso che non la comprerà nessuno , anche perché allo stesso prezzo ti porti a casa il recente volumone della Mondadori con molte più storie.

    RispondiElimina
  4. Contrario anch'io: il colore è un intruso che atterra dove può nelle tavole in cui era già il bilanciamento tra luce ed ombra, ma il trend è colore, fortissimamente colore ( basti dare una occhiata alla pubblicità di questi gg nel sito SBE ) e probabilmente l'editore intende accalappiare lettori dal fusto verde in sezione con il fusto giallo e nero da super-eroe che ha persino un nome, Logan , da super-eroe. Sperem, direbbe il semper -voster-Max. Non so quanta presa possa avere un personaggio che si chiama Kriminal sui lettori Orfani di Storie scritte x essere apprezzate da chi ha una sensibilità da nativo digitale ( temo che un ragazzino che scompone la realtà in app sul suo tablet archivi nomi come Kriminal, Satanik, Zagor e Diabolik nello stesso posto dove riposano il Grande Blek e Kolosso ).

    RispondiElimina
  5. Qualche modesto suggerimento alla famiglia Secchi affinchè possano riutilizzare qualche concept sopìto, ma non domo, come direbbe Grunf:
    1)" La Fuga di Logan ": un artista circense scheletrico dipendente da una droga che fa sembrare la realtà un inferno dantesco abitato da ceffi lombrosiani scopre che il nomadismo dello spettacolo è il paravento x una pattuglia di infiltrazione aliena - tenterà di informare i soliti MIB , ma sarà ripreso alla fine di ogni episodio in una citaz del telefilm Il Prigioniero. Logan è davvero ostaggio di extraterrestri ? o si tratta di una sua fantasìa malata ?
    2) "Nel Bunker ": Max Magnus è un mutante, autorecluso , con la capacità metaumana di saltare tra una realtà e l'altra allacciando e slacciando le dimensioni della teoria delle stringhe. Una volta è Daniel, il primo martire della polizia , ucciso da Cliff, il Golia Nero, un bislacco esperimento scientifico, e resuscitato da Baby Kate, misteriosa e fantasmatica regina del voo-doo, perchè porti giustizia a chi giustizia chiede. Poi è Psicho Virus, una colonia di computer gassosi autocoscienti e schizofrenici , che cerca di popolare una colonia di Giove e trasformarla in un nuovo Eden attraverso un avatar a nome Dark Angel che è una combo dell'arcangelo Gabriele
    ( da Riccardo Secchi ndr ) e di Lucifero. Ogni episodio inizierebbe com Max Magnus che racconta cosa gli è ( già ) successo , quasi fosse un cocktail dello Zio Tibia e del marvelliano Osservatore.
    3) "Bannister" : Marnie ( e non Marny con cui attereremmo in zona Blek e Kolosso ) è un genio della guerra batteriologica che lavora x la solita agenzia ombra che risponde a poteri diversi dal Prez. I genitori, fanatici reazionari ed eugenetici, le hanno fatto credere di essere un freak inguardabile e la hanno condannata a vivere dentro uno pseuderma che simula l'aspetto di una vergine di ferro perchè non avesse altra distraz e potesse usare i suoi neuroni eccezionali solo per scoprire nuovi modi creativi di ammorbare il nemico. L'unicò contatto con il mondo è un cyborg travestito da zorride - la loro idea di Bozo il clown - chiamato Maschera Nera che è programmato x imparare, cambiare, crescere di modo di essere di conforto e stimolo x Marnie. MS , naturalmente, evolve fino a capire quanto sia ingiusta la condizione della sua pupilla: le racconta tutto, annulla lo exoscheletro liquido e mostra a Marnie quanto, in realtà, sia bellissima ( okay, ammetto che sia tanto ma tanto Fashion Beast di Alan Moore e Malcolm Mc Laren ed assomiglia anche al concept della Oubliette del Marvel Boy di Morrison , ma le note sono sette eccetera ). La dottoressa Bannister non la prende benissimo, entra in clandestinità e progetta una spietata guerra chimica contro il suo Paese, fermandosi ogni tanto solo x assaporare la vita che le era stata preclusa o x difendersi dai superstiti degli attacchi che aveva ordito nella sua precedente vita, davvero convinta, come il Bane di Bats, di essere innocente x quello che aveva fatto da cattiva, quando era in cattività.
    Formato comic book a colori ( praticamente quello della mini di Gabriel ndr ). Covers di Pino Rinaldi. Cinquantamila copie di venduto x ogni numero di ogni miniserie ( di sei ). Forse. Mai la fine.

    RispondiElimina
  6. Visto e sfogliato.
    Ovviamente bella la copertina (scopro l'acqua calda) ma di un cartonato discreto.
    Colori adatti ai fumetti Bianconi (senza nulla togliere a quei bellissimi fumetti) ma non certo ad una tavola del Maestro Magnus.
    Carta discreta.
    Prezzo da rapina.
    Sfogliato e lasciato.

    RispondiElimina
  7. Segnalo anche l'uscita di "SATANIK 50° anniversario", edizione cartonata de luxe, contiene la storia “La stirpe dei Vampiri” tutta a colori.
    Copertina ovviamente di Pino Rinaldi.

    RispondiElimina